stampa
Dimensione testo

Emergenza rifiuti a Mascali, le foto del sopralluogo del sindaco

di

Una vera e propria emergenza rifiuti alimentata quotidianamente da persone a dir poco incivili. Gravi ripercussioni sull’ecosistema, disagi alla circolazione stradale e soprattutto danni di immagine sotto il profilo turistico-ricettivo in una zona nella quale ricadono diverse strutture turistiche.

Queste le problematiche provocate da una enorme discarica a cielo aperto lungo la provinciale Nunziata Piedimonte (SP 2/3) e via Passaglastri. Così il sindaco di Mascali Luigi Messina lancia un appello invitando alla civiltà è un sollecito alla Regione e alla Città Metropolitana, che nonostante siano a conoscenza della grave situazione non hanno ancora dato risposte concrete.

Messina, unitamente al comandante della polizia locale Salvatore Pariti stamani ha effettuato un duplice sopralluogo per verificarne la consistenza, lungo il ciglio dei due assi viari dove si registra una concentrazione di rifiuti ingombranti, di varia tipologia.

Il sindaco Messina spiega: “Si tratta di uno scempio che non riusciamo più a tollerare da diversi mesi si accumulano rifiuti di ogni tipo e il controllo in queste due aree spesso non è sufficiente a fronte di un territorio vasto. Il nostro intendimento è quello di installare delle telecamere e di procedere alla rimozione dei rifiuti e in questo quadro era stata preventivata una convenzione con la Città Metropolitana di Catania che è stata recentemente discussa in un tavolo tecnico con la Regione. Purtroppo tutto procede a rilento, restiamo infatti in attesa dell’esito di una bozza di convenzione già trasmessa alla Regione che, speriamo si possa definire al più presto mettendoci nelle condizioni di intervenire fermo restando che i costi di conferimento saranno a carico del Comune con una percentuale, relativa ai rifiuti indifferenziati, a carico dell’ex Provincia. Contestualmente la nostra polizia comunale procederà a sanzionare gli sporcaccioni con multe da 900 euro”.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X