stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Concorso sulle riserve naturali siciliane, vince alunna di Catania: le foto dei disegni

Concorso sulle riserve naturali siciliane, vince alunna di Catania: le foto dei disegni

di

L'alunna Asia Sciuto del circolo didattico Sant'Agata Li Battiati ha conquistato l'edizione 2020 del concorso #iorestoacasa e disegno la mia area naturale protetta promosso e organizzato dal centro di ricerca Cutgana dell'università di Catania.

La giovane studentessa con il suo disegno ha rappresentato la riserva naturale integrale Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi di Aci Trezza valorizzando la fauna e la flora presente nellarea protetta e alcuni particolari dellisolotto ciclopico come il museo della Stazione studi sul mare e il laboratorio.

Secondo posto, ex aequo, per Marta Occhipinti dell'istituto Valdese La Noce Palermo e Elena Sofia Aleo del circolo didattico Sant'Agata Li Battiati.

Al terzo posto, ex aequo, Beatrice Muratore e Tommaso Giuga.

A seguire Lorenzo Longo e Mirea Rossitti, Brigitte Manganaro, Carlotta Richard e Mattia D'Angelo.

Nella sezione Filastrocche si è imposto Alessandro Terzo dell'istituto Valdese La Noce Palermo con un testo dal titolo La Sicilia davanti a Gabriele Muratore e a Giuseppe Napoli.

Lo studente dell'università di Catania Daniele Caccamo ha conquistato il concorso #iorestoacasa e condivido le foto e i video della mia riserva con uno scatto che immortalava una giovane Empusa pennata nella riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle e Micio Conti” di San Gregorio.

In tutto sono stati oltre i 100 contributi presentati, con una folta partecipazione di studenti palermitani, tra foto, disegni e anche filastrocche che sono stati valutati da una commissione di esperti del Cutgana presieduta dalla dottoressa Emilia Musumeci, responsabile del progetto didattico Scuol'Ambiente promosso dal centro universitario.

Con i due concorsi, lanciati il 24 marzo scorso, il Cutgana, vista l'emergenza Coronavirus e le scelte del Governo necessarie per contrastare la diffusione Covid-19, ha voluto mantenere aperto il dialogo con gli studenti di ogni ordine e grado che ogni anno esplorano e ammirano le riserve naturali per approfondire il proprio percorso didattico e di ricerca.

Il direttore del Cutgana, professore Giovanni Signorello, con un messaggio indirizzato a tutti i partecipanti, ha evidenziato «l'impegno e l'entusiasmo» mostrato dalle studentesse e dagli studenti che «hanno reso grande liniziativa e dato particolare prova della loro sensibilità per la conservazione del patrimonio naturale».

«Il Cutgana da anni lavora al fianco dei dirigenti e dei docenti per sviluppare il senso di appartenenza al proprio territorio e per sensibilizzare tutti al rispetto dei luoghi di impareggiabile bellezza naturalistica, un vero scrigno di biodiversità, tramite percorsi di educazione ambientale come ScuolAmbiente che prevedono visite guidate nelle aree protette e lezioni nelle classi e allaperto per gli approfondimenti» ha spiegato la dottoressa Emilia Musumeci che ha rinnovato linvito ad ammirare comodamente da casa le aree protette tramite i virtual tour e anche con le videogallery e fotogallery.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X