stampa
Dimensione testo

Gare di karate, a Catania 700 atleti da ogni parte d'Italia - Foto

di

Al 13esimo Open di Sicilia di karate “Professore Giuseppe Pellicone”, che si è svolto al palaghiaccio del viale Kennedy di Catania, hanno partecipato circa 700 atleti appartenenti a 135 società sportive, tra kumite e kata, provenienti da tutta Italia.

Non solo atleti italiani: erano presenti anche una rappresentativa di atleti cambogiani e francesi.

Alla manifestazione erano presenti l’assessore regionale allo sport, turismo e spettacolo Manlio
Messina, il presidente onorario Fijlkam Giuseppe Pellicone e Sergio Donati, vice presidente Fijlkam settore karate. La squadra del team Ferrini, guidata dal coach Luca Ferrini, ben noto atleta giarrese, si è fatta onore chiudendo al 19esimo posto nella classifica per squadre sulle 134 società sportive partecipanti.

I sei atleti portati, Lilia kassouma, Flavio Privitera , Filippo la Delfa, Giuseppe Patanè , Sebastiano Patanè, Filippo Lo Presti, si sono subito distinti, vincendo ben quattro importanti medaglie nel Kumite.

In particolare Lilia kassouma, nella categoria juniores femminile ha conquistato il primo posto con 3 meritati combattimenti in finale battendo, tra le altre, la forte atleta francese Carla Vernet dell’Etoiles sportives de Saint-Avé Karatè.

Il terzo posto Esordienti meno di 61 chili è stato vinto da Giuseppe “Peppe” Patanè; un prezioso terzo posto nella categoria esordienti è stato conquistato da Filippo La Delfa (under 14) alla sua prima gara agonistica, mentre Sebastiano Patanè, nella categoria esordienti 75 chili ha ottenuto il terzo posto combattendo contro forti avversari.

Soddisfatto Luca Ferrini, che sta proseguendo la sua personale preparazione in vista dei prossimi
importanti impegni internazionali nella Boxe e nel Karatè.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X