Latitante come Tarzan ad Acireale, usa una corda per arrivare nel covo: il video

Era latitante da quasi tre mesi e si era costruito un covo nella zona della Timpa di Acireale. Usava, come Tarzan, una corda fissata a un albero una piccola casa in pietra lavica abbandonata nascosta da una fitta vegetazione. I carabinieri di Acireale hanno scovato il cinquantenne  V. R.  ricercato per scontare una condanna a otto anni per violenza sessuale aggravata e maltrattamenti in famiglia.

L'uomo era irreperibile dal 17 novembre del 2018, quando la Corte d'appello di Catania aveva emesso nei suo confronti un ordine di carcerazione per reati commessi tra il 2014 e il 2016 nei confronti dell'ex moglie.

Gli investigatori, attraverso una incessante attività info-investigativa, sono riusciti a scovare il luogo dove l'uomo si era nascosto per evitare la cattura. Il ricercato, sapendo di essere braccato, ha trovato rifugio in una casetta in una zona a dirupo sul mare tra il comune di Acireale e la frazione di Santa Maria La Scala, raggiungibile solo dopo aver percorso dei sentieri tortuosi.

I carabinieri, individuato il covo, si sono nascosti tra la vegetazione attendendo che il ricercato rientrasse nel rifugio. L'uomo vedendosi accerchiato dai militari, ha cercato di fuggire lanciandosi tra i rovi del costone roccioso, ma è stato inseguito e bloccato.

L’arrestato è stato portato nel carcere Piazza Lanza di Catania.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X