stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca L'eroina in promozione 2x3. Blitz a Catania: 9 in carcere, 26 indagati. Lo spaccio nel video, tutti i nomi

L'eroina in promozione 2x3. Blitz a Catania: 9 in carcere, 26 indagati. Lo spaccio nel video, tutti i nomi

In tempi di magra anche il mercato degli stupefacenti adotta le sue promozioni. Tre dosi di eroina al prezzo di due: era quella lanciata sui cellulari dei clienti abituali da un gruppo di spacciatori facenti capo a un’organizzazione a conduzione familiare. Il gruppo è stato sgominato dai carabinieri del Comando provinciale di Catania. Duecento militari dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare che ha visto coinvolte 26 persone, indagate a vario titolo per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e spaccio di stupefacenti. I carabinieri hanno chiamato proprio  operazione «3x2» quella scattata all’alba nelle province di Catania, Messina, Palermo, Enna, Cosenza e Benevento. Nel corso dell’indagine sono state arrestate in flagranza di reato otto persone e deferite altre tre. Inoltre, sono stati recuperati oltre 600 grammi di eroina. Il giudice per le indagini preliminari adesso ha disposto la custodia in carcere per nove indagati e l’obbligo di dimora e di presentazione alla polizia giudiziaria per altri cinque. Dodici le persone denunciate.

Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Catania ed hanno consentito di scardinare un sodalizio attivo nel capoluogo e nei paesi di Misterbianco, Adrano, Mascalucia, San Giovanni La Punta e Piedimonte Etneo. L'indagine è stata condotta dalla stazione dei carabinieri di San Giovanni La Punta e da febbraio a dicembre 2020 ha consentito di appurare l’esistenza di un'organizzazione criminale finalizzata al traffico di eroina che avrebbe avuto al vertice il nucleo familiare riconducibile ad Antonio Mannino, all’epoca detenuto agli arresti domiciliari, il quale, attraverso i suoi due figli Domenico e Salvatore («tutti e tre non colpiti da ordinanza in quanto già cautelati in altro procedimento penale per condotte della medesima tipologia», precisano i carabinieri), avrebbero gestito il traffico illecito servendosi di molteplici sodali o gruppi criminali, ognuno avente una specifica area geografica di competenza. L’indagine è stata sviluppata mediante intercettazioni telefoniche ed ambientali, oltre che videoriprese e pedinamenti.

Il sodalizio utilizzava apparecchi telefonici che sarebbero stati forniti dai Mannino, aventi Sim intestate a soggetti extracomunitari. Operava con l’impiego di termini fittizi e convenzionali, con lo scopo di impedire l’identificazione da parte delle forze di polizia.

I nomi degli indagati finiti in carcere

Giuseppe Arena, nato a Biancavilla, 49 anni
Vincenzo Cardillo , nato a Biancavilla, 44 anni
Gaetano Di Giovanni, nato a Caltanissetta, 47 anni
Natale Ferrera, nato a Catania, 37 anni
Riccardo Giustolisi, nato a Catania, 60 anni
Antonino Longo, nato ad Adrano, 41 anni
Antonino Maida, nato a Catania, 63 anni
Angelo Pagano, nato a Catania , 46 anni
Pietro Santangelo, nato a Biancavilla, 46 anni

Obbligo di dimora e presentazione alla polizia giudiziaria

Francesca Ferrera, nata a Catania, 35 anni
Giovanni Pagano, nato a Catania, 44 anni
Leonardo Alessandro Patanè, nato a Catania, 46 anni
Mariastella Plumari, nata a Catania, 38 ann
Giuseppe Sorrentino, nato a Catania, 31 anni

 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X