Aggressione a amico ex convivente, assolto il cantante Vezzosi

CATANIA. Il Tribunale monocratico di Catania ha assolto il cantante napoletano Gianni Vezzosi dall'accusa di avere fatto aggredire, per motivi personali, un amico della sua ex convivente. La Procura aveva chiesto la condanna a due anni e quattro mesi di reclusione per lesioni e l'assoluzione per il reato di atti persecutori.
Indagini di carabinieri del comando provinciale erano state avviate dopo la denuncia della vittima, che ha riportato lesioni al torace e al viso ed e' stato ricoverato nell'ospedale Vittorio Emanuele con la prognosi riservata.
Il cantante si è sempre proclamato innocente. I suoi legali, gli avvocati Ruggero Razza e Giampiero Alfarini, avevano sottolineato "l'impossibilità del cantante di essere presente all'aggressione perchè 10 minuti prima risulta essere in un'altra parte di Catania".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X