stampa
Dimensione testo

Auto riciclate, scoperti nel Catanese due depositi clandestini

Gli agenti della squadra di polizia giudiziaria del Compartimento della Sicilia orientale hanno effettuato un doppio blitz a Paternò e Giarre, denunciando otto persone. Sequestrate una vettura con targa tedesca e un secondo veicolo dello stesso tipo e nazionalità per riciclarne i ricambi

CATANIA. Otto persone sono state denunciate per furto d’auto e riciclaggio da agenti della squadra di Polizia giudiziaria del Compartimento della Sicilia orientale della Stradale, nell'ambito di due distinte operazione. Quattro, complessivamente, le vetture recuperate, delle quali due già completamente smantellate e pronte per essere rivendute come pezzi di ricambio.
La prima verifica è stata effettuata nella periferia di Paternò, allorquando i poliziotti avevano modo di notare — l’attività di intelligence li aveva portati nella zona sospetta — l'atteggiamento sospetto del conducente di un grosso furgone, che stava per fare ingresso, non senza difficoltà, in una stradina sterrata di campagna, attigua ad un centro di autodemolizioni, attraverso un cancello tenuto appositamente aperto da un altro soggetto.
Gli agenti procedevano quindi al controllo del veicolo e delle persone, accertando che all'interno del furgone vi erano stipati, fino ad occupare l'intero volume di carico, numerosi pezzi meccanici e di carrozzeria di autovetture.
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X