stampa
Dimensione testo
COMUNE

All’attacco i precari non confermati di Milo

di

MILO. Continua l'odissea degli otto articolisti del Comune di Milo, che non percepiscono lo stipendio dal mese di gennaio 2014, quando l'allora sindaco Giuseppe Messina - unico caso in tutta la Sicilia - decise di non prorogarli nell’incarico nonostante a pagarli fosse la Regione. In questi due anni è anche cambiata l'amministrazione e il neo sindaco Alfio Cosentino, continua a lasciare a casa i lavoratori nonostante la promessa, in campagna elettorale, del loro reintegro.

"Il sindaco - dicono ormai esasperati i lavoratori - pur ripetendo da mesi di voler risolvere il nostro problema, di fatto non dimostra di avere quel coraggio e quella grinta che ci si aspetta da un amministratore orientato a trovare soluzioni ai problemi".

"La giunta che presiedo - dice Alfio Cosentino - lo scorso mese di settembre, ha deliberato la prosecuzione degli 8 contrattisti ma il Dipartimento regionale delle Autonomie locali ha risposto che la delibera di giunta non può essere attuata perché i lavoratori non sono stati avviati nel 2014. Da parte nostra permane la volontà politica di ridotare il Comune di questi 8 lavoratori a costo zero. Milo è l'unico caso in Sicilia di mancata proroga, ma soprattutto perché l'apporto di questi lavoratori per l'andamento di alcuni servizi è di fondamentale importanza. Si pensi alla manutenzione del verde, all'utilizzo delle procedure informatiche...".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X