stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scoperti nel Catanese 79 lavoratori in nero, sanzionate 20 aziende
GUARDIA DI FINANZA

Scoperti nel Catanese 79 lavoratori in nero, sanzionate 20 aziende

di

CATANIA. Sono state sanzionate dalla Guardia di finanza di Catania 20 aziende, nelle quali c’erano  79 lavoratori completamente in nero e 3 irregolari. Le attività sono state segnalate  alla direzione provinciale del lavoro e verranno temporaneamente chiuse. Per quanto riguarda le sanzioni amministrative le aziende dovranno pagare da un minimo di 1.500 euro a un massimo di 36.000 euro, per ogni singolo lavoratore irregolare.

I sequestri e le sanzioni sono frutto di controlli avviati dai militari del comando provinciale della guardia di finanza di Catania, che si sono svolti nei giorni scorsi. I finanzieri sono intervenuti  su tutta la provincia etnea a contrasto del fenomeno del lavoro sommerso, dell’evasione contributiva, previdenziale e assistenziale. In particolare sono stati effettuati accertamenti che hanno riguardato bar e ristoranti, ma anche autofficine, fabbriche e parrucchieri.

Tra i  casi più significativi c’è quello in un ristorante del calatino, nel quale i finanzieri  hanno scoperto ben 8 dipendenti in nero, fra camerieri e addetti alla cucina. Mentre i militari di Riposto, in una locale fabbrica di articoli per illuminazione, hanno rilevato che tutti i 14 dipendenti erano privi di qualsiasi forma contrattuale. A Paternò  le fiamme gialle  in un supermercato hanno trovato 7 lavoratori irregolari, di cui 6 completamente in nero. In un controllo in un salone di barberia del capoluogo, il gruppo di Catania ha sorpreso 5 dipendenti, sui 6 presenti intenti a servire clienti, risultati senza alcuna forma contrattuale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X