stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Commerciante ucciso a Palagonia, fermato presunto omicida
CARABINIERI

Commerciante ucciso a Palagonia, fermato presunto omicida

Sull'omicidio indagano i carabinieri del comando provinciale di Catania che escludono che il delitto possa essere maturato in ambienti criminali, ma pensano che maturato nell'ambito della sfera personale della vittima

CATANIA. Un 45enne, Francesco Barbanti, è stato ucciso con colpi di arma da fuoco nella strada che collega Palagonia e Militello in Val di Catania. La vittima è un incensurato, ex proprietario un'attività di soccorso stradale e demolizioni di auto.

Il fermato, con l'accusa di omicidio, è Antonio Gueli, 47 anni, di Palagonia. Il movente, secondo quanto accertato dagli investigatori, è da ricondurre ad un debito contratto con lui dalla vittima. L'uomo è stato fermato dai carabinieri del Nucleo Investigativo e dai militari della compagnia di Palagonia. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura di Caltagirone. Gueli è stato rinchiuso in carcere.

Barbanti è stato ucciso con alcuni colpi di arma da fuoco - da 5 a 7 - mentre era vicino alla sua automobile parcheggiata lungo la strada, verosimilmente partiti da una pistola a tamburo perchè non sono stati ritrovati bossoli. Alcuni proiettili hanno colpito un muro.

Sull'omicidio indagano i carabinieri del comando provinciale di Catania che escludono che il delitto possa essere maturato in ambienti criminali, ma pensano che maturato nell'ambito della sfera personale della vittima.

Militari dell'Arma stanno ricostruendo la personalità dell'uomo e le sue ultime frequentazioni, anche nel settore della sua attività economica. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Caltagirone.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X