stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia, Cassazione annulla con rinvio il proscioglimento di Ciancio
L'INCHIESTA

Mafia, Cassazione annulla con rinvio il proscioglimento di Ciancio

ROMA. La Quinta sezione della Cassazione ha annullato con rinvio a un altro Gup di Catania la sentenza di "non luogo a procedere" emessa, il 21 dicembre scorso, dal Giudice dell'udienza preliminare Gaetana Bernabò Distefano sulla richiesta di rinvio a giudizio per concorso esterno avanzato nei confronti dell'editore Mario Ciancio Sanfilippo.

Contro il proscioglimento avevano presentato ricorso la Procura di Catania e i due fratelli del commissario della Polizia di Stato Beppe Montana, ucciso dalla mafia, Dario e Gerlando, assistiti dall'avvocato Goffredo D'Antona. Nell'udienza di oggi il Pg della Cassazione aveva chiesto l'annullamento con rinvio del provvedimento, mentre i legali di Mario Ciancio Sanfilippo, gli avvocati Giulia Buongiorno e Carmelo Peluso, la conferma della sentenza del Gup.

Il fascicolo torna al presidente dei Gip di Catania, Nunzio Sarpietro, che dovrà assegnarlo a un nuovo Gup. La Cassazione ha emesso il dispositivo, le motivazioni saranno depositate successivamente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X