stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Giarre, detenzione e spaccio di droga: ai domiciliari un vigile urbano

di

Operazione da manuale quella di ieri sera effettuata dai carabinieri della Compagnia di Giarre, guidati dal Capitano Luca Leccese, d'intesa con la Prefettura di Catania, che dopo l'operazione antimafia " smack forever" e il clamoroso furto di 13 pistole e svariate munizioni dalla santabarbara dei vigili urbani, ha i fari puntati su Giarre.

In manette sono finiti un vigile urbano 34enne, in forza al comando di Giarre e un complice di 24 anni, entrambi senza condanne, anche se il più giovane pare abbia qualche piccolo precedente penale. I due dovranno rispondere all'accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti, in flagranza.

Un’attività info investigativa attenta e misurata quella dei militari dell'Arma della Compagnia giarrese, che ha permesso loro ieri sera, di cogliere sul fatto e arrestare in flagranza di reato i due. Secondo la ricostruzione i due sarebbero stati fermati mentre erano insieme in auto nei pressi stadio Giarre. I carabinieri avrebbero però notato che il vigile gettava un involucro dal finestrino, che dopo un immediato esame risultava cocaina.

I due sono subito stati portati in caserma per le formalità di rito. Dopo l'interrogatorio è stata disposta una successiva perquisizione domiciliare a a carico del ragazzo che ha permesso ai militari di recuperare ben 13 chilogrammi di marijuana. Adesso il vigile urbano è agli arresti domiciliari, mentre il pusher 24 è stato rinchiuso ne carcere di Piazza Lanza a Catania.

In corso sono ancora indagini, con un nuovo fronte. Intanto, per venerdì prossimo, è stata fissata una riunione del Comitato ordine e sicurezza in Prefettura, su richiesta del sindaco di Giarre

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X