stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Parcheggiatori abusivi rubano un'auto e chiedono soldi per riaverla: 3 arresti a Catania

di

Due parcheggiatori abusivi hanno chiesto 700 euro per restituire l'auto a due donne, appena uscite dall'ospedale Garibaldi Centro a Catania per delle visite mediche programmate. Una delle vittime, pur accettando, si è allontanata dal posto e, tramite un parente, ha chiesto aiuto ai carabinieri. Così i militari hanno sorpreso e arrestato i fratelli catanesi Marcello e Pietro Gangi di 56 e 42 anni e un diciassettenne, accusati di estorsione aggravata.

La vittima, una donna proveniente da una delle province dell’isola, è andata in ospedale accompagnata da un’amica. All’uscita dal nosocomio si sono accorte che la Fiat Panda con la quale aveva raggiunto Catania  le era stata rubata. In preda alla disperazione, le due donne, dopo qualche minuto, sono state avvicinate da due parcheggiatori abusivi che si sono offerti di ritrovare l’auto dietro un compenso fissato in 700 euro.

La donna ha chiamato un parente che ha segnalato quanto stava accadendo ai carabinieri. Sul posto sono arrivati gli uomini della squadra Lupi che hanno organizzato la trappola. I militari si sono appostati in modo da avere sotto controllo la zona dell’appuntamento e sono riusciti a intervenire bloccandoli.

I due fratelli portati in carcere di Catania Piazza Lanza, mentre il minorenne è stato condotto nel centro di prima accoglienza del capoluogo etneo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X