DA GDS IN EDICOLA

Picchiano cossovaro che non vuole fare prostituire la moglie: 5 arresti a Catania

cinque arresti a Catania, picchiano cossovaro, prostituzione, tentato omicidio aggravato, Djeimsi Berisha, Erdan Berisha, Leonard Bajirami, Severdzan Bajirami, Veton Sabani, Catania, Cronaca
Polizia

Si erano opposti a fare prostituire una ragazza in avanzato stato di gravidanza, convivente di uno di loro, i due fratelli che, per questo motivo, avevano subito una selvaggia aggressione, lo scorso 11 febbraio, da una banda composta da cinque loro connazionali, arrestati da personale della Polizia di Stato per tentato omicidio aggravato e lesioni personali aggravate.

L'imboscata, una vera e propria spedizione punitiva, era stata compiuta di sera nel centro storico cittadino da Severdzan Bajirami, 37 anni, Veton Sabani, di 44, Djeimsi Berisha, di 3, tutti che annoverano precedenti di polizia giudiziaria, insieme agli incensurati Erdan Berisha, 25 anni e Leonard Bajirami, di 19, che sono risultati al primo impatto con la giustizia.

I due fratelli, «colpevoli» di aver sottratto dalla strada, e quindi aver diminuito i proventi illeciti alla banda kosovara, una ragazza incinta, erano stati affrontati e colpiti violentemente con armi improprie e con il calcio di una pistola che ad uno dei due fratelli aveva provocato la rottura degli incisivi e dei canini superiori.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X