CARABINIERI

Estorsioni a Misterbianco, cavallo di ritorno: tre arresti dei carabinieri

di

Rubano un'auto e per restituirla chiedono una somma al proprietario, con la minaccia di distruggerla se non avesse pagato. È accaduto a Misterbianco. Un gruppo di tre persone, appartenenti alla criminalità organizzata, ha picchiato con mazze da baseball un sessantenne per obbligarlo a pagare. I carabinieri hanno arrestato Giovanbattista Marchese, 43 anni, Pietro Monaco, di 18, e un 17enne, accusati di estorsione, ricettazione, minacce e lesioni aggravate.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti sono almeno due in cui gli arrestati hanno contattato le vittime di furto d’auto offrendosi di far reperire la vettura in cambio di un pagamento, minacciando la distruzione del veicolo in caso di mancato pagamento. Ai tre è contestata anche una violenza di gruppo nei confronti di un 60enne che il giorno prima li aveva richiamati perché facevano troppo rumore.

L'uomo è stato selvaggiamente picchiato, davanti la moglie, con delle mazze da baseball, una delle quali si è spezzata per la violenza dei colpi inflitti, nella zona del 'ponte' di Misterbianco.

La vittima, lasciata a terra in una pozza di sangue, è stata medicata per le gravi lesioni riportate nell'ospedale Garibaldi di Catania.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X