stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fallimento call center di Paternò, due misure cautelari
GUARDIA DI FINANZA

Fallimento call center di Paternò, due misure cautelari

guardia di finanza, Catania, Cronaca
Guardia di finanza

Militari della Guardia di finanza di Catania in collaborazione con i colleghi di Brescia e Milano hanno eseguito su delega della Procura della Repubblica del capoluogo etneo una ordinanza di misure cautelari - una agli arresti domiciliari ed una interdittiva - nei confronti di due persone nell'ambito delle indagini sul dissesto e sul fallimento della "QE' S.R.L." di Paternò.

Agli arresti domiciliari è finito Patrizio Argenterio, di 64 anni, presidente del CdA ed amministratore, anche di fatto, della "QE' S.R.L. dall'aprile 2013 fino alla dichiarazione di fallimento.

Divieto temporaneo per 6 mesi di esercitare ruoli direttivi di persone giuridiche e imprese per Mauro De Angelis, di 71, amministratore della "QE' S.R.L." dal luglio del 2015 fino al fallimento del 2017. Le Fiamme Gialle hanno anche eseguito un decreto di sequestro preventivo per 2,4 milioni di euro emesso dal Gip.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X