stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caltagirone, 15 morti per sospetto coronavirus nella Rsa "Don Bosco": domani le autopsie
L'INCHIESTA

Caltagirone, 15 morti per sospetto coronavirus nella Rsa "Don Bosco": domani le autopsie

Sono stati quindici le morti per sospetto coronavirus nella Rsa "Don Bosco" di Caltagirone. In tutto furono invece 41 i casi positivi nella struttura. Il pm ha dunque disposto l'autopsia sui corpi che verranno riesumati domani per "accertare, anche sulla base dell’esito di eventuali tamponi e test sierologici eseguiti, l'epoca a partire dal quale l’agente patogeno può avere fatto ingresso all’interno dell’organismo delle vittime".

Il collegio, che eseguirà gli esami, è composto dai medici Veronica Arcifa e Giuseppe Ragazzi e dai professori di medicina legale dell’università di Catania Cristoforo Pomara e Monica Salerno.

Le autopsie saranno eseguite nell’obitorio dell’ospedale San Marco di Catania dove sono state realizzate apposite camere per il biocontenimento. L’inchiesta è stata avviata dal procuratore Giuseppe Verzera e dal sostituto Alberto Santisi dopo i decessi sospetti nella casa per anziani Don Bosco, che è stata sequestrata nei primi giorni dello scorso maggio.

Alla fine di aprile, su disposizione dell’Asp di Catania e su intervento del Comune di Caltagirone, la Rsa è stata chiusa e i 24 ospiti che erano rimasti sono stati trasferiti in ospedali di Catania e provincia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X