stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il blitz di Catania, un imprenditore ha sviato le indagini
OPERAZIONE QUADRILATERO

Il blitz di Catania, un imprenditore ha sviato le indagini

Il colonnello Coppola: denunciare è l'unica strada per battere la mafia

«Un imprenditore vittima di estorsione non solo non ha collaborato ed è stato reticente, ma anche cercato di sviare le indagini e per questo è stato denunciato per favoreggiamento personale». Lo ha rivelato il comandante provinciale dei carabinieri di Catania, il colonello Rino Coppola, a margine dell’operazione Quadrilatero che ha sgominato tre gruppi criminali che gestivano altrettante fiorenti piazze di spacciò a Catania. L’inchiesta, coordinata dalla Dda della Procura, tratta anche di due tentate estorsioni e di una realizzata con il cosiddetto cavallo di ritorno, il proprietario di un’auto che ha dovuto pagare un riscatto per riavere la vettura  che gli era stata rubata. "Le indagini - ricostruisce il colonnello Coppola - erano state avviate dopo la denuncia di una vittima di estorsione e hanno consentito di individuarne gli autori. Resta quindi vivo l’imperativo di denunciare, fidandosi delle forze dell’ordine e della magistratura: è l’unico modo per riuscire a debellare le organizzazioni mafiose in maniera efficace tempestiva in Sicilia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X