stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia, un nuovo collaboratore di giustizia parla di omicidi irrisolti ad Adrano
QUESTURA

Mafia, un nuovo collaboratore di giustizia parla di omicidi irrisolti ad Adrano

mafia, Catania, Cronaca
La questura di Catania

«Le dichiarazioni del nuovo collaboratore di giustizia Rosano Vincenzo entrano nel vivo dei processi scaturiti dalle operazioni “Adrano Libera” e “Impero” della polizia di Stato, in cui numerosi esponenti del clan mafioso Santangelo Taccuni di Adrano sono imputati per associazione di tipo mafioso, estorsione, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti (cocaina, eroina e marijuana), svariati reati contro il patrimonio, e truffa e falso in danno dell’Inps». Lo afferma una nota della Questura di Catania.

«Contrariamente al figlio Valerio, che già diversi anni prima aveva scelto di collaborare con la giustizia - prosegue la nota - Vincenzo Rosano ha raccontato ai magistrati diversi fatti di sangue risalenti nel tempo, svelando i particolari di omicidi irrisolti avvenuti negli anni '90 nel territorio di Adrano e per i quali non erano ancora stati individuati gli autori. Le sue dichiarazioni sono al vaglio dei magistrati».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X