stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Catania, Salvo La Rosa si dimette da presidente dello Stabile: «Meglio il commissario»
TEATRO

Catania, Salvo La Rosa si dimette da presidente dello Stabile: «Meglio il commissario»

di

CATANIA. Si dimette il presidente del Teatro Stabile, Salvo La Rosa, e nel contempo chiede al sindaco Enzo Bianco e all' assessore regionale Anthony Barbagallo la nomina di un commissario. La situazione debitoria per complessivi di 14 milioni, con un disavanzo patrimoniale di 7 milioni, relativamente al Bilancio 2015, nonché una perdita in conto economico di 1,4 milioni, non può essere affrontata e risolta con una normale gestione, ma solo con una gestione commissariale con poteri straordinari. Lo dice il presidente insediatosi il 5 gennaio scorso, che sino ad ora aveva, ha evitato di sottolineata la gravità dello stato patrimoniale, fi nanziario, commerciale, amministrativo e organizzativo del Teatro.

"Dalle informazioni anticipatemi dagli stessi ispettori e nel corso di un colloquio riservato con l' assessore Anthony Barbagallo emergono gravi irregolarità nella gestione amministrativa degli anni trascorsi, con pesanti ricadute sul piano organizzativo e finanziario- La situazione dell' Etna ha ribadito il presidente La Rosa - risulta quindi di tale estrema gravità da essere ostativa al perseguimento degli alti obiettivi culturali e sociali che il nostro Teatro ha raggiunto in passato e che dovrà ancora proseguire in futuro".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CATANIA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X