stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Catania, il Teatro Stabile sfrattato dalla sala «Musco»
IL CASO

Catania, il Teatro Stabile sfrattato dalla sala «Musco»

di

CATANIA. Si è chiusa definitivamente, in maniera ingloriosa, una pagina importante della storia della cultura catanese. La Sala «Angelo Musco» di via Umberto, infatti, da ieri è tornata nella completa disponibilità dei suoi proprietari, dopo lo sfratto esecutivo determinato da morosità, che è stato notificato nei mesi scorsi ai dirigenti del Teatro Stabile, che la gestivano.

Gli operai hanno portato via le ultime suppellettili, attrezzature, cartelloni e documenti che racchiudono cinquantotto anni di storia del Teatro Stabile che proprio qui cominciò ad operare, prima di aprire al pubblico anche la Sala «Giovanni Verga», più grande, allestita in via Giuseppe Fava.

Aperto nel 1957, su iniziativa dell' Ente provinciale per il turismo, come Accademia del teatro, su realizzazione dell' architetto Leonardo Patanè, è stato successivamente utilizzato, a partire dal 1958 come prima sede per gli spettacoli del neonato Teatro Stabile.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X