MASSERIA CARMINELLO

A Valverde torna "Chicchi, riso e uva di Sicilia" all'insegna dell'antirazzismo

enogastronomia, Cristina Bowerman, Giuliano Baldessari, Giuseppe Raciti, Salvatore Vicari, Catania, Mangiare e bere
L'arancina "Punti di vista"

Torna con una nuova edizione "Chicchi, riso e uva di Sicilia" e con uno slogan ben preciso: "No a razzismo e odio sociale. Sì a pace, condivisione e integrazione”.

La manifestazione enogastronomica, ideata e organizzata da Antonio Rosano e Giovanni Samperi, è in programma domenica 8 settembre 2019 alle ore 20,30 alla Masseria Carminello a Valverde e vedrà ai fornelli cinque straordinari chef: Giuliano Baldessari (stella Michelin al ristorante Aqua Crua di Barbarano Vicentino), Cristina Bowerman (stella Michelin al Glass Hostaria di Roma), Alessandro Ingiulla (stella Michelin al Sapio Restaurant di Catania), Giuseppe Raciti (chef di Zash Country Boutique hotel di Archi Riposto) e Salvatore Vicari (chef del Ristorante Vicari di Noto).

Ad accogliere i clienti sarà, invece, l’arancina nera chiamata per l’occasione Punti di vista, preparata a quattro mani dagli chef di Masseria Carminello, Samuel Paternò e Rosario Terranova, che propongono, in versione gourmet, il piatto forte di Valverde, la caponata nera.

L’edizione 2019 di Chicchi, riso e uva di Sicilia sarà presentata da Valentina Grippaldi e dal giornalista Antonio Iacona, direttore di Enonews.it, e avrà il sostegno dell’associazione Ais (Associazione italiana sommelier).

I cinque chef proporranno una versione personale e creativa dell’arancina: Giuliano Baldessari preparerà la Levitata; Cristina Bowerman ha scelto l’Arancina Roma-Catania (unite dall’amore per bottarga, colatura e alici); Alessandro Ingiulla preparerà l’Arancina crosta al nero di seppia con melanzana affumicata e mozzarella di bufala; Giuseppe Raciti ha optato per l’Arancina alla carbonara di tartufo, infine Salvatore Vicari presenterà Chicchirichì fa l’arancina, farcito con pollo al barbecue e patate.

I piatti saranno accompagnati dai vini commentati dalla sommelier Maria Grazia Barbagallo, delegata Ais per la provincia di Catania e responsabile della didattica Ais per la Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X