A Catania il 1° maggio più lungo d'Italia: 48 ore di musica con il "One day Music"

Il One Day Music Festival torna ad infuocare, per l’undicesima stagione consecutiva, la playa di Catania. Ventiquattro ore di musica no-stop tutte da ballare al Lido Azzurro di Catania che si prepara ad accogliere oltre 25 mila presenze, attirate dai nomi di punta del panorama internazionale e nazionale in ambito techno, rap, reggae, house, drum and bass, trap.

Con due diversi palchi allestiti all’Area Concerti, la Sundance Arena e la Spring Arena, che suoneranno in contemporanea per tutta la durata del festival, il divertimento sarà assicurato dalle 10 del mattino di mercoledì 1 maggio fino all’alba del 2 maggio.

La Sundance Arena, dedicata alla musica house/techno, vedrà alcuni degli esponenti più importanti del genere a livello mondiale: i tedeschi Ben Klock, Dixon e Roman Flügel, rappresentanti diversi ed eterogenei del fervore che da diversi decenni anima i club di musica elettronica in Europa; lo statunitense Maceo Plex, DJ e produttore discografico con all’attivo circa 50 ep in ambito techno, electro e house; il DJ italiano Manuel De La Mare, premiato da Beatport come “Best Remixer” e nominato come “Best Deep House” e “Best Techno Artist”; ed infine la promessa made in Sicily Phunkadelica, reduce da una recente uscita sull’etichetta “Innervisions”.

Nella Spring Arena troveranno spazio i musicisti appartenenti agli altri generi, con ospiti italiani e internazionali tra i più importanti del momento. Per gli appassionati di rap e di trap nostrana, si esibiranno il due volte disco d’oro Nitro, la popolare crew romana Dark Polo Gang, il giovane astro nascente Junior Cally, l’eclettico Ketama 126, l’idolo di casa L’Elfo e i palermitani Stokka and Madbuddy feat. Roc Beats aka Dj Shocca, impegnati nel loro tour d’addio. L’inglese David Rodigan porterà la sua pluridecennale esperienza nel reggae, mentre il trio olandese Black Sun Empire sarà il principale interprete della drum and bass. A completare la line up dell’evento: Don Said e John Lui.

“One Day Music Festival nasce nel 2009 da un’idea dei cugini Rosano, quasi per gioco – racconta uno degli organizzatori dell’evento, Marco Palazzolo –  ma la svolta è avvenuta qualche tempo dopo, nel 2012, quando siamo passati da 4 mila a 8 mila presenze.

Al One Day Music Festival si può andare anche in treno, lasciando a casa l’automobile. Niente stress da traffico, né da parcheggio, grazie all’offerta giornaliera di Trenitalia (Gruppo Fs Italiane), da e verso Catania. Una volta alla stazione del capoluogo etneo, i viaggiatori potranno usufruire delle navette AMT che, dalla stazione centrale, collegheranno agevolmente il centro della città con il litorale.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X