Mafia e scommesse: altri 21 arresti in Sicilia, nomi e foto

Altri 21 indagati nell'ambito di un'inchiesta della Procura distrettuale di Catania su infiltrazioni della mafia nelle scommesse online. I soggetti destinatari della misura della custodia in carcere in quanto appartenenti al “gruppo santapaoliano” di Lineri di Misterbianco, facente capo ai fratelli Carmelo, Giuseppe Gabriele e Vincenzo Placenti, con mansioni di gregari per la gestione dei centri scommesse on-line in Sicilia sono: Bartolo Augusta, di 44 anni, domiciliato a Pedara; Giovanni Di Stefano, di 34 anni, domiciliato a Catania; Alfio Saitta, di 35 anni, residente a Lineri di Misterbianco; Emanuele Trippa, di 41 anni, residente a Catania.

Agli arresti domiciliari in quanto commerciali della rete “revolutionbet365” sono: Francesco Insanguine (Catania, 10/8/1976); Massimiliano Giuseppe Vinciprova (Catania, 2/11/1978); Giuseppe Cocimano (Catania, 22/6/1975); Massimo Giuffrida (Catania, 28/4/1973); Luciano Paccione (Bronte CT, 13/12/1976); Leonardo Zappalà (Mascali CT, 28/3/1961); Fabio Calcagno (Barcellona P.G., 11/5/1983); Sebastiano Campisi (Siracusa, 15/1/1984); Sebastiano De Matteo (Barcellona P.G., 23/7/1976); Francesco Guerrera (Messina, 6/7/1985); Ottavio Imbesi (Barcellona P.G., 2/6/1971); Orazio Intagliata (Augusta, 10/4/1989); Alfredo Valenti (Siracusa, 21/5/1987); Giovanni Iannì (Roma, 29/8/1987); Vincenzo Mangano (Palermo, 8/7/1986); Marco Daidone (Messina, 5/9/1973)

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X