Terremoto ai piedi dell'Etna, crolli e danni: la notte di paura in 20 foto

Dieci le persone rimaste ferite, in maniera non grave, per i danni provocati dalla scossa di magnitudo 4.8 sull'Etna. Il
sisma è avvenuto alle 3:19, ipocentro a un solo km di profondità.

Diversi i crolli in abitazioni e chiese. Sono Zafferana Etnea (con la frazione di Fleri), Acireale (con la frazione di Pennisi), Aci Sant'Antonio, Aci Catena, Aci Bonaccorsi e Santa Venerina i paesi maggiormente colpiti dall’evento.

A Fleri sono venute giù le pareti di una casa, mentre a Pennisi è caduta la statua di Sant'Emidio, venerato come protettore dai terremoti.

Intanto il capo del Dipartimento della protezione civile nazionale Angelo Borrelli e il prefetto di Catania Claudio Sammartino sono in volo con un elicottero nelle zone colpite dal terremoto per un sopralluogo dall’alto.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X