stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Blitz antidroga a Catania, sgominato il "fortino" a San Cristoforo: nomi e foto degli arrestati

Blitz antidroga a Catania, sgominato il "fortino" a San Cristoforo: nomi e foto degli arrestati

Ecco i nomi e le foto dei 25 arrestati dei carabinieri a Catania con le accuse di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, nonché spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

L'indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia etnea, ha consentito di disarticolare un sodalizio criminale che gestiva una fiorente "piazza di spaccio" di cocaina e crack in Via Piombai (10.000 euro l’introito giornaliero), centro nevralgico dello storico quartiere catanese di San Cristoforo.

Nell’operazione 'Piombai', in esecuzione di un’ordinanza del Gip, sono stati condotti in carcere: Giovanni Alfio e Giuseppe Di Martino, rispettivamente di 30 e 20 anni, Georgiana Xenia Bontu, di 20, Pietro Pulvirenti, di 23, Domenico Dario Blandini, di 34. Carmelo Pulvirenti, di 45, Carmelo Motta, di 32, Angelo Guarneri, di 31, Orazio Laudani, di 28, Giuseppe Di Mauro, di 33, Antonio Giovanni Bonanno, di 34, Antonino Bonaceto, di 27, Vita Giuffrida, di 24, Vincenzo Pantellaro, di 30, Mario Vinciguerra, di 25, Giovanni e Domenico Marchese, rispettivamente di 22 e 33, Giuseppe Spampinato, di 32, Antonino Valentino Di Guardo, di 34, Sergio Fortunato Messina, di 45, Giuseppe Alessandro D’Amico, di 31. Agli arresti domiciliari è stata posta Silvia Monica Maugeri, di 25 anni. L’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria è stato notificato a Antonio Giuseppe Seminara, di 32 anni, Giuseppe Romeo, di 29, Salvatore Vadalà, di 33.

L'attività di spaccio avveniva principalmente all’interno del cortile comune alle abitazioni della famiglia del capo piazza, in cui si poteva accedere soltanto tramite due portoni blindati e che era costantemente sorvegliato da cani di grossa taglia oltre ad un avanzato sistema di videosorveglianza attivato per proteggere gli spacciatori dall’eventuale irruzione delle forze dell’ordine.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X