stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caso cliniche private, Crocetta: togliere accredito a Diaverum
CATANIA

Caso cliniche private, Crocetta: togliere accredito a Diaverum

di

CATANIA. "Io credo che si debba porre la questione che la Regione Siciliana tolga l'accredito a questa azienda. Prima valuteremo attentamente gli atti giudiziari, poi ritengo si potrà procedere per farlo. Ritengo che ci siano tutti gli elementi per approfondire la questione che affronterò con l' assessore alla Salute, anche in considerazione delle denunce che ho presentato nel passato in Commissione Antimafia".

Rosario Crocetta fa riferimento alle denunce presentate nel 2014: "Per me non è un nome nuovo quello di Francesco Messina Denaro e neanche quello della vicenda di: Diaverum. Due anni fa siamo andati in Procura a Palermo perché ci chiedevamo se questo nome fosse una coincidenza o se ci fossero delle relazioni con Matteo Messina Denaro.

Abbiamo saputo che era cugino e abbiamo posto la questione se in questa società ci potessero essere infiltrazioni di natura mafiosa. I fatti di oggi certificano comportamenti molto gravi perché si parla di associazione a delinquere, si parla di meccanismi truccati con la complicità del personale ospedaliero nel dirottare pazienti che potevano essere dializzati nelle strutture pubbliche a quelle private. Questi comportamenti non possono non coinvolgere la struttura e non possono non essere considerati devianti rispetto alla struttura".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CATANIA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X