stampa
Dimensione testo
CORTE D'APPELLO CATANIA

Catania, dai domiciliari al carcere: pena più grave per un 21enne

di

È finito in carcere Gabriele Castagna, 21enne pregiudicato. Ieri mattina, gli agenti del Commissariato di polizia “Nesima” hanno dato esecuzione all’Ordinanza della Corte di Appello di Catania con la quale è stata revocata la misura cautelare degli arresti domiciliari sostituendola con una pena più grave.

Castagna, noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti, lo scorso gennaio era stato arrestato e, con una sentenza emessa a maggio dal gip di Catania, aveva ricevuto la concessione del beneficio della misura degli arresti domiciliari, poco dopo sostituito con l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria per tre giorni alla settimana.

Nei mesi successivi, a seguito delle violazioni commesse dell'uomo, la misura è stata aggravata con quella dell’obbligo di dimora nel Comune di Catania insieme al divieto di uscire nelle ore serali e notturne.

All’inizio del mese, Castagna è stato nuovamente arrestato in flagranza di reato per detenzione di sostanza stupefacente. Sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, successivamente è stato ricondotto agli arresti domiciliari che, ben presto, ha violato ancora, allontanandosi dalla sua abitazione senza autorizzazione.

La Corte di Appello di Catania ha inasprito la misura cautelare sostituendola con la custodia in carcere.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X