stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Abusi sessuali, processo al "Santone": la Diocesi di Acireale "responsabile civile"
TRIBUNALE DI CATANIA

Abusi sessuali, processo al "Santone": la Diocesi di Acireale "responsabile civile"

La Diocesi di Acireale, rappresentata dal penalista Giampiero Torrisi, e l’Associazione cattolica cultura e ambiente (Acca), rappresentata dall’avvocato Tommaso Tamburino, sono state riconosciute responsabili civili nel processo '12 apostoli' per presunti abusi sessuali su minorenni consumati in una comunità di ispirazione cattolica. Lo ha deciso la seconda sezione del Tribunale di Catania accogliendo la richiesta del legale delle parti lese.

Tra i quattro imputati il 'santone' Piero Alfio Capuana, 75enne bancario in pensione, alla guida della comunità che avrebbe abusato di ragazzine tra i 13 e i 15 anni, in alcuni casi con la complicità delle madri delle vittime. Con lui a processo anche tre presunte fiancheggiatrici: Katia Concetta Scarpignato, Fabiola Raciti e Rosaria Giuffrida.

Secondo l’accusa, gli abusi, compiuti plagiando le ragazze, erano presentati come purificazione compiuta da un 'arcangelo' reincarnato. Il procedimento è stato aggiornato al prossimo 3 marzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X