stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il Policlinico di Catania: l’arresto del primario Mignosa non blocca il reparto di Cardiochirurgia
CORRUZIONE

Il Policlinico di Catania: l’arresto del primario Mignosa non blocca il reparto di Cardiochirurgia

Catania, Cronaca
L'edificio 8 del Policlinico di Catania

«L’Unità operativa complessa di Cardiochirurgia stia già svolgendo e svolgerà regolarmente l’attività» grazie «all’impegno dei professionisti esperti di cui l’Unità dispone, i quali continueranno a garantire ai pazienti la consueta e qualificata assistenza sanitaria». Lo afferma in una nota, «per rassicurare la cittadinanza», l’azienda ospedaliero universitaria Policlinico «G. Rodolico - San Marco» di Catania dopo l’arresto del primario del reparto, Carmelo Mignosa, per corruzione e turbativa d’asta. Il professionista è stato posto ai domiciliari dalla guardia di finanza, assieme a Valerio Fabiano, rappresentante legale di una società di prodotti medicali, nell’ambito di un’inchiesta coordinata dal procuratore Carmelo Zuccaro e dal sostituto Fabio Regolo sulla gara d’appalto per la fornitura di ‘materiale specialistico per cardiochirurgià. Gli arresti domiciliari, con l’ipotesi di corruzione per l’esercizio delle funzioni o dei poteri conferiti, sono scattati dopo che gli investigatori hanno documentato il passaggio di una busta contenente denaro contante tra l’imprenditore ed il primario.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X